1 ) RIMANERE NEL PROPRIO ADULTO E “NEL PROPRIO CUORE”… NONOSTANTE LA PAURA

“Una spada può durare poco, ma il guerriero della luce deve durare a lungo. Perciò non si lascia ingannare dalle proprie capacità ed evita di farsi cogliere di sorpresa.
Ad ogni cosa dà il valore che merita. Alcune volte, di fronte a gravi problemi, il demonio gli sussurra all’orecchio : “Non preoccuparti non è una cosa seria.” Altre volte, di fronte a cose banali, il demonio gli dice: “Hai bisogno di concentrare tutte le tue energie per risolvere questa situazione.”Il guerriero non ascolta ciò che dice il demonio. Egli è il maestro della spada. Paulo Coelho

Di fronte a questa emergenza spesso sono emerse due reazioni: una fondata su un certo allarmismo ed un’altra su una tendenza a minimizzare le conseguenze. Inutile dire che entrambe non favoriscono la dimensione fondamentale della responsabilità. Alcuni dicono “la paura è eccessiva”. Forse vero.

Ma come “esseri incarnati” che entrano nella dimensione della “dualità” è inevitabile provare paura. Non serve imporsi di non avere paura quando entra in gioco una minaccia reale. Mentre serve diventare consapevoli e responsabili della paura al
fine di individuare un “modo adulto per fronteggiarla. Possiamo distinguere una paura “pulita” ed una paura “sporca”. Se mi trovo davanti ad un leone che vuole sbranarmi e scappo la mia paura è “pulita” in quanto è funzionale alla mia sopravvivenza, ma se temo di attraversare una piazza dove non ci sono pericoli, e per questo mi paralizzo, la mia paura è “sporca”.
Il distinguo sta nell ’ esistenza o meno dell’aspetto realistico di una minaccia. Solo allorchè attraverso una corretta conoscenza delle cose diventiamo capaci di discernere la paura “pulita” dalla paura “sporca”, possiamo diventare adulti responsabili. Tale discernimento presuppone un valutare le cose con doverosa attenzione senza accentuare o minimizzare. Alcuni dicono, alla luce di un atteggiamento infantile di chi vuole ergersi al di sopra della paura: “Non si deve avere paura”. Ma se la minaccia è reale perché non si dovrebbe avere paura?! Solo in questo modo l’amore si fa strada “nonostante” e a dispetto
della paura.
Franco Nanetti

I commenti sono chiusi.